Chi Siamo

Immagine Nietta

 “Coordinamento3 – Donne di Sardegna”

Il Coordinamento3, per le Politiche Paritarie e antidiscriminatorie,  é un’Associazione che riunisce donne sarde delle Amministrazioni  Locali e ANCI, delle Associazioni femminili, degli Organismi di Parità, degli Ordini e Categorie Professionali, della Politica​. 

E’ stato pensato e ideato questo blog per favorire lo scambio di opinioni sui temi della parità di genere, con l’auspicio di ospitare riflessioni, proposte, contributi di chi vorrà partecipare .

Non una mera vetrina, dunque, ma spazio serio di discussione, con proposte operative tese a modificare la condizione delle donne sarde nella vita economica, politica e sociale.

Le pagine del blog  raccolgono argomenti, perché tanti sono i temi che ci riguardano. Temi legati alle discriminazioni, al lavoro, alla rappresentanza politica, agli stereotipi nei media, alla carenza di welfare, al diritto alla salute ed alla salubrità ambientale, alle violenze, molestie e stalking e tanto altro ancora.

Ma c’è un altro tipo di discriminazione, più strutturale, quella che sta nei modelli sociali, e nella costruzione di una società che governa con un occhio solo, quello maschile, che non vuole vedere, né riconoscere le differenze di genere, i diversi bisogni e che, non consente alle donne una piena realizzazione della cittadinanza.

La mancata partecipazione delle donne alla sfera pubblica ed al governo della comunità, ingloba tutti questi temi ed in qualche modo funziona da moltiplicatore.

Grazie al nostro impegno, alla nostra presenza nel dialogo politico regionale, siamo riuscite a rompere quel muro che impediva la discussione in Consiglio regionale e dunque l’approvazione della norma sulla doppia preferenza di genere nella legge elettorale della regione Sardegna. Tale norma era  prevista da quella nazionale e già operante nelle elezioni amministrative, europee ed anche nazionali.

Dal 21 novembre 2017, finalmente, anche nella nostra regione.

Il 24 febbraio 2019, per la prima volta abbiamo votato con la possibilità di esprimere due preferenze, una femminile e una maschile, appartenenti alla stessa lista. Sono state elette 8 donne su 60 consiglieri. Rispetto alle consultazioni precedenti il numero é raddoppiato.

Tuttavia, 8 donne su 60 costituiscono ancora un risultato molto modesto.

Quali ostacoli impediscono ancora oggi un’equilibrata rappresentanza di uomini e donne nel luogo della massima assemblea regionale? E’ con questa domanda che intendiamo suscitare un dibattito fattivo, che ci veda protagoniste di questa stagione di rivendicazione dei nostri diritti.

Grazie per la partecipazione e… buona scrittura!

 

STATUTO dell’Associazione “Coordinamento3 – Donne di Sardegna:

clicca qui: STATUTO COORD3-Donne di Sardegna

Plenum blog